"FILE/FILE"

Michela Lambriola al M.in.i.

Sabato 11 (inaugurazione h.18) fino a domenica 26 maggio nello spazio M.in.i. dello Yeti in mostra i lavori di Michela Lambriola artista e lavoratrice residente al Pigneto.

file-file

file-file - file-file

 

Il tema iconografico DELLA MOSTRA FILE/FILE È la FILA come EMBLEMA DI IDENTITÀ SOCIALI ED ESISTENZIALI.

 

IN FILA DA BAMBINI SI ESCE DALLA CLASSE, IN FILA SIAMO DAVANTI AGLI SPORTELLI BANCARI, ALL’UFFICIO DI COLLOCAMENTO, NELLE MACCHINE AL CASELLO AUTOSTRADALE O VIRTUALMENTE DAVANTI AL COMPUTER PRIMA DI ACCEDERE ALLA GLOBALITA’ DI INTERNET...

 

LA FILA UMANA, COME ANDAMENTO PROGRESSIVO DI UNA MOLTEPLICITÀ DI INDIVIDUI IN RELAZIONE SISTEMICA, E’ QUI INTESA COME FORMA, STRUTTURA, CON PROPRIETA’ DI COMPRESSIONE-ESPLOSIONE, ESTENSIONE-CONTRAZIONE, NELLA QUALE INSCRIVERE QUALIFICAZIONI DI ATTESA, META,DESTINO,IDENTITA’,CONDIZIONE ESISTENZIALE.

 

IL SUO TEMPO E’ QUELLO DELL’ATTESA, IL SUO SPAZIO QUELLO DELL’ESCLUSIONE.

 

COME UN CORPO ELASTICO SOLLECITATO DA FORZE (ENERGIE), LA SUA FORMA CI RAGGUAGLIA CIRCA L’AUTENTICITÀ O MENO DEGLI OBIETTIVI PER I QUALI LA FILA HA RAGIONE DI ESSERE.

 

 

 

 

LE OPERE IN MOSTRA:

 

 

FILE/FILE - E’ un lavoro di analisi formale sulle rappresentazioni storiche della fila. Nelle 9 tavole dell’opera sono state raggruppate le stampe di file secondo principi di visione prospettica e linee geometriche. La scelta di mantenere come valore tonale il grigio medio riflette i processi della memoria e della coscienza.

 

9 tavole 50 x 70 cm.. Tecnica: stampe su lucido.

 

SHANGAI '48, da Cartier- Bresson.

 Shangai è il quartier generale dei grandi commercianti europei ed americani. Con Mao alle porte nel dicembre del 1948 la borghesia cinese degli affari si ammassa e fa file davanti alle banche per convertire il denaro in oro.

 Tecnica: olio su tela – 212 x 310 cm.

 

OPEN SPACE: F=ma: FATE VOBIS

52 sampietrini smaltati, timbrati e numerati.

 e forse anche

OPEN SPACE

Paesaggio

 Tecnica: olio su tela – 30 x 40 cm.

Piccole informazioni sull'autore:

sono nata nel 1965 a Rignano Garganico, la mia pittura è ad olio e monocromatica. La monocromia è per me uno strumento pittorico per realizzare la decontestualizzazione dei soggetti i quali sembrano avvolti da una sottile cortina ghiacciata, di natura irreale, la quale al contrario vuole agire sulla realtà congelandola e concentrandola nella sua essenzialità visiva e immediata.

E mo basta.