Benvenuti su LoYeti.org

 

Dal 28 settembre del 2003 si aggira per il Pigneto una delle creature mitologiche più discusse e affascinanti: Lo Yeti.

 

E' questo il nome scelto dalla cooperativa 'Libera...mente' per la propria libreria-caffè aperta in alcuni storici locali del quartiere che prima ospitavano una tipica osteria chiusa nei primi anni novanta.

Con lo Yeti quei locali sono tornati ad essere un riferimento per gli abitanti della zona e non solo.

 

Aperto tutti i giorni, tranne il Lunedì da mezzogiorno a mezzanotte, lo Yeti è il luogo ideale in cui rifugiarsi, allontanandosi dai ritmi frenetici della Capitale.

Una buona lettura, una centrifuga, un dolce, insalate, prodotti biologici e tipici abbinati a un buon vino o a una tisana, allo Yeti dalla colazione alla cena, dal panino al caffè,  potrai gustare prodotti mai banali, fuori dal circuito della grande distribuzione: per rinfrancare corpo e spirito.


Lo Yeti è costruito ed arredato in modo da abbattere qualsiasi tipo di barriera architettonica: comodo per passeggini e sedia a rotelle è facilmente raggiungibile da tutti a piedi, coi mezzi, in bicicletta.

Chi si muove in sedia a rotelle invece, può lasciare l'auto munita di contrassegno ai margini dell'adiacente zona pedonale.

 

Vi aspettiamo.

Siamo a Roma in via Perugia 4, Telefono 06.7025633

 

Per essere aggiornato sulle prossime iniziative iscriviti alla Newsletter!

Lo Yeti cede gratuitamente un monumento al V Municipio

La cooperativa sociale integrata Libera...Mente, da 15 anni attiva al Pigneto sull'integrazione delle
categorie svantaggiate ha deciso di donare al Municipio V un'importante opera di rilievo sociale,
artistico e culturale.
Trattasi de “La Rampa” monumento dedicato al diritto al lavoro e alla socialità delle persone
disabili, realizzato nel 2003 da Jago, artista artigiano-muratore originario di Marino.

Leggi tutto: Lo Yeti cede gratuitamente un monumento al V Municipio

Memorie del Pigneto: La guerra di Angelo

Memorie di Angelo Alteri nato a Roma classe '38 (prima parte)

Incomincio i miei ricordi dell periodo della seconda guerra mondiale con le feste:

le feste a un bambino di cinque anni restano impresse e quello che io ricordo di più, è che il regime fascista faceva sfilare per Roma i balilla.

Leggi tutto: Memorie del Pigneto: La guerra di Angelo

Back

Login

Back

Cart

JTouch Mobile Template for Joomla (c) 2011 - 2013 JTouchMobile.com